Call Center truffa abbonamento

Il telemarketing si diffonde sempre di più e il numero dei call center aumenta notevolmente; con loro, anche gli operatori telefonici sono sempre di più che cercano in tutti i modi, di convincere il cliente ad attivare la loro proposta.

Molti però sono i consumatori che sono stati truffati da operatori call center e difficilmente, si fidano nuovamente; a proposito di truffe telefoniche, recentemente abbiamo scoperto una nuova truffa che si è diffusa in gran parte d’Italia.

Telefonia: call center di Tim, Wind, Vodafone e 3 Italia truffano i consumatori

Quando un call center ci chiama per proporci la loro offerta, non dobbiamo dare per scontato nulla perché potremmo parlare con l’operatore telefonico malintenzionato; questo per farvi capire che, non tutti gli operatori telefonici svolgono il loro lavoro in modo leale e si avvolgono di alcune scappatoie, pur di concludere un contratto telefonico.

Leggi anche:  Vodafone presenta una nuova offerta dedicata agli amanti del gaming

Recentemente, molti consumatori si sono lamentati di trovarsi con un contratto telefonico con un’azienda, mai richiesto; questa è la truffa telefonica più comune in Italia, al momento: la truffa del si.

In cosa consiste? L’operatore telefonico ha pensato bene, di registrare le risposte che il cliente da’ nel momento della trattativa; se il cliente si imbatte nell’operatore sbagliato, alla fine della chiamata si ritroverà con un contratto telefonico nonostante abbia rifiutato l’offerta. L’operatore telefonico pone delle domande specifiche e soprattutto generali (per non creare sospetti) in modo da far rispondere al cliente dei semplici si no; le risposte saranno registrate e utilizzate in un secondo momento, per la raccolta dei dati e la stipulazione del contratto telefonico.