SkyL’abbonamento con il quale Sky ha deciso di puntare forte sul digitale terrestre richiede il versamento di un canone più che accettabile, pari a 29,90 euro al mese, ottenendo in cambio l’accesso ad un buon quantitativo di canali e contenuti aziendali (anche di alta qualità). L’attivazione è possibile direttamente dal sito ufficiale, ma è davvero così conveniente?.

Nel momento in cui vi scriviamo, sul digitale terrestre sono disponibili due tipologie di abbonamenti: una di Mediaset Premium ed una di Sky. Tralasciando quella dell’azienda italiana ad altri articoli, proviamo ad approfondire le richieste della realtà inglese per la popolazione nostrana.

Il prezzo standard è di 29,90 euro al mese per i 12 rinnovi iniziali, con la scadenza annuale questi si riattiverà automaticamente obbligando il consumatore al pagamento di una quota di 44,90 euro. I contenuti trasmessi non si equivalgono ai canali satellitari, ma parliamo di 2 unità ciascuno per i pacchetti Sport/Calcio e buona parte degli show/serie TV (il tutto lo dobbiamo a frequenze radio non infinite sulle quali trasmettere sul terrestre).

Leggi anche:  IPTV: ci sono tre rischi per chi guarda Sky senza regolare abbonamento

 

Sky: grandi novità per l’abbonamento sul digitale terrestre

La visione è possibile tramite il digitale, pertanto si dovrà solamente inserire la smart card nella televisione e l’accesso sarà esattamente al pari dei canali in chiaro Rai e Mediaset. L’unico svantaggio riguarda l’assenza dei servizi accessori di registrazione e on demand, in genere garantiti da MySky Sky Q, non essendo presente un decoder proprietario, il cliente dovrà fare affidamento su Sky Go per accedere a programmi non in diretta.

L’attivazione richiede il versamento di una quota di 39 euro, non sono previsti vincoli contrattuali, sarà possibile chiedere il recesso in un qualsiasi momento, senza penali (necessario comunque il preavviso).