apple-iphone-2019

Puntali come sempre a gennaio sono iniziate a comparire diverse informazioni sui futuri iPhone di Apple che per comodità chiameremo “2019“. Le informazioni che sono comparse finora vertono su uno aspetto principalmente, il comparto fotografico, sia quello posteriore che quello anteriore. Su gli obiettivi presenti nel pannello di dietro non c’è molto da aggiungere se non che apparentemente a questo giro i modelli più costosi presenteranno una configurazione tripla incastonata in un quadrato simile al Mate 20 Pro.

Per la parte anteriore invece sembra esserci più fermento e più nello specifico per quanto riguarda il notch. Da quando è stato introdotto di massa i produttori hanno subito cercando di evolverlo visto che il pubblico di divideva in due parti, chi lo sopportava e chi lo odiava. Finora sono state proposte diverse variante, ma per Apple la trasformazione avverrà solamente del 2020 mentre quest’anno ci saranno solo dei piccoli cambiamenti.

Leggi anche:  iPhone XR VS Pixel 3, quale device resiste meglio alle cadute?

 

Sotto lo schermo, letteralmente

La riduzione in fatto di dimensioni di alcuni sensori permetterà ad Apple di ridurre la grandezza e l’altezza della lunetta, ma non è finita qui. Apparentemente in sviluppo ci sono dei sensori che potranno funzionare e ed essere posizionati al di sotto del display. Era un’eventualità di cui si è sentito parlare molto, ma era sempre stato relegato ai brevetto ed era difficile dire se ci sarebbe mai stata veramente un’applicazione pratica.

Apparentemente per alcuni tempi di sensori Apple è riuscita a creare una tecnologia in grado di funzionare sotto il display anche se non è chiaro qualche tipo di sensore. Finora sappiamo che altri produttori useranno i sensori per le impronte digitali in-display, ma non altro