riconoscere mail fraudolente
Prestare attenzione alle mail che si ricevono è ormai un passaggio fondamentale data l’intensa attività di phishing con cui dei cyber-criminali tentano di prosciugare le carte degli utenti. In particolar modo sono i titolari di carte prepagate PostePay e PostePay Evolution le potenziali vittime che devono tutelare maggiormente i propri dati sensibili.

Truffe online PostePay: attenti alle mail che richiedono i dati!

Le truffe online che tentano di svuotare le carte PostePay sono caratterizzate dalla richiesta di informazioni sensibili, soprattutto delle credenziali di accesso al conto online. Tale informazione, infatti, è fondamentale per i criminali ed è lo strumento che permette di compiere il furto. E’, dunque, vero che basterà non fornire i propri dati per evitare di perdere i propri risparmi ma ciò non si rivelerebbe semplice qualora l’inganno fosse ben nascosto.

Phishing: ecco come riconoscere una mail fraudolenta!

Il phishing è quel tentativo di frode online che, tramite email fraudolente, accompagnate da link truffaldini e siti clone, mira all’inganno psicologico della vittima così da ottenere i suoi dati e il suo denaro. I criminali sostanzialmente creano comunicazioni false, dal tono perlopiù intimidatorio, da inviare per email agli utenti. All’interno della mail non mancherà ovviamente un link al quale l’utente è invitato a cliccare con la scusa di dover aggiornare necessariamente i suoi dati. Il link spedirà l’ormai vittima ad un sito identico a quello dell’azienda ma si tratterà di un clone che invierà ai criminali tutte le informazioni lì inserite dando loro libero accesso al conto.

Leggi anche:  Truffe Unicredit e Sanpaolo: addio ai conti correnti svuotati

Il procedimento utilizzato dai malfattori può comunque essere ostacolato tenendo a mente che:

  • le mail phishing sono solite richiedere l’aggiornamento delle credenziali;
  • contengono link o file allegati e l’invito a cliccare o scaricarli velocemente; 
  • possono presentare errori grammaticali; 
  • sono caratterizzate da un tono intimidatorio che esorta a procedere rapidamente;

Questi sono soltanto i principali elementi che chiunque può identificare così da mantenere al sicuro la propria carta. Per conoscere, inoltre, i tentativi di frode che circolano sul web basta consultare la pagina “Commissariato di PS Online – Italia“, gestita dalla Polizia Postale costantemente impegnata nella lotta al phishing.