IPTV: Le Iene avevano predetto tutto, le multe sono in arrivo e molto costose

Uno dei sistemi pirati migliori in assoluto e tra i più fuori legge di sempre è certamente quello IPTV. Questa sigla permetti a tutti gli utenti di ricordare quanto siano felici nel utilizzare questo metodo, il quale funzione ormai da diversi anni.

La pirateria in Italia per quanto riguarda le grandi aziende Pay TV, va infatti avanti da diversi decenni anche se in questi ultimi due o tre anni avrebbe raggiunto il culmine. L’IPTV ha tantissimi vantaggi per le persone che sottoscrivono uno dei suoi abbonamenti, ma ci sono anche alcuni rischi che ultimamente sono stati divulgati per filo e per segno.

 

IPTV: ora c’è bisogno di preoccuparsi proprio come avevano detto Le Iene, arrivano le prime multe per tutti

Tutta l’architettura dell’intero sistema va a basarsi sulle aziende che invece trasmettono regolarmente ogni contenuto. L’IPTV risulta infatti un ottimo espediente per trafugare i flussi video delle grandi aziende che in questo caso stanno tentando di contrastare il fenomeno nel miglior modo possibile.

Leggi anche:  IPTV: su WhatsApp la pay tv è gratis ma il rischio per gli utenti è enorme

In realtà non c’è molto da fare, dato che risulta davvero difficile scovare cliente per cliente e per questo il tutto continua ad andare avanti in maniera, apparentemente, indisturbata. Queste tipologie di abbonamenti costano solo 10 euro ogni mese in genere, e per questo gli utenti sono pronti a provare l’ebrezza di rischiare di beccarsi una bella multa.

Come hanno proferito tempo a dietro Le Iene, nota trasmissione televisiva, ci sarebbero delle multe in ballo che andrebbero dai 2.500 fino ai 25.000 euro. Il nostro consiglio è quindi quello di utilizzare sempre piattaforme legali al 100%.