truffa rimborso fastweb

Dopo Mediaworld e praticamente tutte le banche e servizi commerciali degli operatori di telefonia mobile, i cybercriminali hanno preso di mira anche Fastweb sfruttandone il brand per architettare nuove truffe. Questa volta l’e-mail, che nasconde un tentativo neanche troppo fantasioso di phishing, punta dritto alla golosa avidità delle persone attraverso un rimborso su fatture pagate doppie.

La bramosia del denaro è uno dei moventi che più spingono gli utenti a cadere nelle grinfie dei criminali della rete i quali, sanno perfettamente dove andare a parare nella creazione delle loro truffe.

 

Fastweb: il dettaglio della truffa via mail

Per farvi toccare con mano ciò che potreste ricevere anche voi, ecco uno screenshot arrivato su una delle nostre mail di redazione.

truffa rimborso fastweb

Come potete notare, la mail assomiglia in tutto e per tutto a una comunicazione commerciale veritiera di Fastweb in cui si spiega che avete pagato due volte una fattura. Ora, tolta la bravura degli hacker che creano questi capolavori degni dei migliori falsari (anche se qualche piccolo indizio della falsità c’è sempre), è ovvio che c’è qualcosa di strano. Cosa? Beh, semplicemente gli operatori di telefonia, di servizi energetici e altri difficilmente vi erogano dei rimborsi diretti per fattura pagate doppie. Piuttosto, vi scalano l’eventuale credito dalle fatture successive. 

In generale, poi, nessuno di loro vi proporrebbe di seguire dei link per un rimborso se siete già loro clienti: i vostri dati e l’IBAN eventualmente già ce l’hanno!

In ultima analisi, se avete un minimo di pazienza potete non cliccare sul link e tentare di verificare l’indirizzo che vi segnalano di seguire. Andando a digitarlo direttamente nella barra URL del vostro browser, vi accorgerete che spesso non funziona o non esiste.

Insomma, la regola numero 1 (ma anche fino alla 10) è di non farsi prendere dall’impulsività e dall’avidità. Vedrete che potrete sfuggire da queste truffe.