Google rilascia Chrome OS 69 su Chromebook e avvia un programma di supporto per Linux

Il prossimo 9 ottobre ci sarà l’evento globale di Google per la presentazione dei Pixel 3. Insieme ai Googlefonini, possiamo attenderci anche la presentazione di altri device come Home Hub e soprattutto un nuovo convertibile 2-in-1 denominato Pixel Slate.

Stando a quanto emerso in queste ore, si tratta fondamentalmente di un tablet equipaggiato con Chrome OS. Analizzando le informazioni presenti nel database Chromium, sembra che l’azienda potrebbe sorprendere i propri utenti con una piccola rivoluzione. Infatti l’OS di Mountain View non sarà l’unico supportato sul Pixel Slate. Viene citato il supporto ad “altri sistemi operativi” e, escludendo Android, sembra quasi certa la possibilità di abilitare il dual-boot e avviare Windows 10.

Questa possibilità era già in fase di studi da diversi mesi. Fino ad ora l’unico device che si pensava fosse supportato attivamente era Eve, il PixelBook di prima generazione. Tuttavia nel database Chromium sono comparse delle voci relative ad un nuovo device dal nome in codice “Nocturne“. Il dispositivo sembra coincidere proprio con il Pixel Slate che sarà presentato a breve.

Leggi anche:  Microsoft, ecco le novità più interessanti di Xbox annunciate a XO18

In particolare, alcuni utenti lamentano la comparsa della BSOD durante l’avvio di Windows 10. Si tratta della famigerata “Blue Screen Of Death” le schermate di errore dei sistemi Microsoft. Ovviamente questi messaggi possono essere interpretati anche in maniera differente da quanto si potrebbe pensare.

Google potrebbe non essere al lavoro per supportare ufficialmente il dual-boot. Microsoft invece potrebbe annunciare la compatibilità del proprio sistema operativo con i Pixelbook. Quindi ogni installazione di Windows 10 sarebbe a proprio rischio con i vantaggi e i pericoli che ne conseguono.

Non resta che attendere ancora qualche giorno per assistere alla presentazione ufficiale e scoprire tutti i segreti dei nuovi device.