5G

Il 2020 sembra lontano, ma in realtà non lo è così tanto… soprattutto se si attendono con ansia l’arrivo dei due nuovi standard: DVB-T2 e il 5G. Acclamati per le loro potenzialità e per i loro possibili danni, queste due nuove implementazioni cambieranno la nostra vita quotidiana.

DVB-T2 come la TV si rivoluzionerà

Il nuovo standard per le frequenze televisive entrerà in gioco un po’ prima del 5G. Questo proprio perché dovrà liberare le frequenze occupate dall’odierno standard al fine di favorire la nuova rete. Grazie all’avvento di questo, si vocifera che nuovi canali entreranno a far parte del già presente cabaret e daranno agli italiani nuovi intrattenimenti e possibilità di visione.

Il 5G: dalle innovazioni alle macchine intelligenti

Il 5G è forse la novità più attesa poiché grazie ad esso tutti gli oggetti smart si integreranno. A sostegno di ciò, gli analisti hanno previsto che entro fine anno saranno più di 50 milioni quelli interconnessi! Grazie a questa nuova rete non solo si navigherà molto più veloce (Vodafone Italia stima fino a 3 Gbps), ma si potranno anche sperimentare nuove accortezze come le smart cars.

Leggi anche:  5G: l'asta è finita e incorona Iliad, mentre TIM e Vodafone si dividono i 700 MHz

Ad esempio, la Ericsson e la NTT DOCOMO hanno già provveduto ad effettuare test su veicoli in movimento implementando delle antenne capaci di ricevere il suddetto segnale. In un futuro mondo in cui queste antenne saranno implementate su tutti i veicoli, guidare diventerà sicuro e facile.

Ricordiamo che l’implementazione di tale tecnologia, salvo eventuali modifiche, dovrebbe terminare nel 2022 ma per vedere veri e propri cambiamenti forse ci vorrà qualche anno in più.