L’anteprima per sviluppatori di Android P per i Pixel 2 ed i Pixel di prima generazione è stata finalmente rilasciata. Per ora, il set completo di funzionalità che la prossima iterazione di Android porterà rimarrà sconosciuto tranne che per alcuni aspetti. Una delle caratteristiche con cui Android P potrebbe arrivare è il notch visto sull’iPhone X.

Come suggerimenti per l’anteprima degli sviluppatori di Android P al supporto per il nuovo tipo di display dotato di Notch, possiamo aspettarci che il successore di Android Oreo consenta agli sviluppatori di App di creare App con il supporto al Notch. A febbraio, sono trapelati rapporti che ipotizzavano che Android P includesse la tacca ed ora sembra che tale aspetto sia stato confermato.

La pagina degli sviluppatori di Android P spiega che l’aggiunta della tacca supporterà gli ultimi schermi edge-to-edge e che al suo interno saranno posizionati sia l’altoparlante che la videocamera. Non si tratta altro che della tecnologia utilizzata sull’iPhone X. Android P evidenzierà le aree non funzionali per gli sviluppatori di App dove non si dovrà mostrare il contenuto dell’App. Dopo aver riferito del supporto di Android P all’implementazione del tanto discusso Notch, la prossima grande domanda da porsi è relativa al Google Pixel 3. Il device dovrebbe essere presentato entro la fine di quest’anno ma arriverà con l’implementazione dello stesso?

I prossimi Pixel potrebbero avere la tacca in stile iPhone X

 

Visto che Android P aggiunge piena compatibilità a questo aspetto, non è molto difficile immaginare che il prossimo device di casa Google possa seguire le orme dell’iPhone X. E’ ancora troppo presto per parlare dei prossimi Pixel e per ora, non sono molte le indiscrezioni che raccontano di quello che potrebbe essere l’hardware presente sui prossimi smartphone. Di certo, risulta inutile dire che Apple con il suo iPhone del decennale abbia fatto breccia nel cuore di molti produttori.

Anche al MWC abbiamo visto diversi brand lanciare device simili a quello della casa di Cupertino. Come non menzionare tra tutti i nuovi Asus ZenFone 5 e probabilmente anche ei prossimi smartphone Huawei della serie P20. Ciò non lascia alcun dubbio sul fatto che il mondo Android sia ormai pronto ad accogliere il Notch su gran parte dei propri prodotti.