Xiaomi Berlin

Uno smartphone identificato come “Xiaomi Berlin” è apparso il mese scorso nel database di Geekbench, la piattaforma di test prestazionali per smartphone, tablet e non solo. Si tratterebbe di un nuovo smartphone del produttore cinese, un dispositivo di fascia media dotato dell’ancora non annunciato Sapdragon 632.

LEGGI ANCHE: Huawei P20 Pro, eccolo in questa stranissima colorazione cangiante

Secondo le informazioni riportate da Geekbench dovrebbe trattarsi di un SoC con processore Esa Core da 1.02 GHz. A supporto di questo chip che Qualcomm non ha ancora annunciato ma che farà a breve visto che ha rivelato l’arrivo entro ques’tanno di tre SoC della della serie Snapdragon 600, ci sarebbero 3 GB di RAM.

Non ci sarebbero altre informazioni sulla dotazione hardware di Xiaomi Berlin, registrato con Android 7.1.2 Nougat ed interfaccia personalizzata MIUI. Tuttavia, a chiarire il quadro ci pensa il leaker Roland Quandt che sul proprio account Twitter ha pubblicato un messaggio con il quale lascia intendere che lo smartphone di Geekbench è un prototipo.

Lo Snapdragon 632 (SDM632) sarebbe, infatti, un processore Octa Core e lo Xiaomi Berlin, quando verrà presentato, avrà Android 8.0 Oreo come sistema operativo. Per il resto non ci sono altri dettagli anche se immaginiamo la presenza di uno schermo da 18:9 perfettamente inserito all’interno della scocca ed almeno 32 GB di memoria interna.

Sconosciuta anche la data di uscita dello smartphone che, tenendo conto dell’imminente presentazione in programma il 27 marzo di Mi MIX 2S e a giugno di Xiaomi Mi 7, non arriverà prima che l’estate si sia inoltrata. Il prezzo sarà in linea con gli altri smartphone fascia media dell’azienda, e quindi particolarmente vantaggioso.

Xiaomi Berlin

Xiaomi e i suoi smartphone alla volta degli Snapdragon 700

Xiaomi, che negli ultimi anni ha adottato sempre più il portafoglio di processori Qualcomm, potrebbe essere uno dei primi OEM ad inserire la serie Snapdragon 700 annunciata al Mobile World Congress 2018 di Barcellona. Questi chip sono stati progettati dagli ingegneri per colmare il divario prestazione tra i modelli della serie 600 e 800.

Offriranno, dunque, funzionalità premium a partire dall’elaborazione avanzata delle immagini e il calcolo computazionale complesso. Scontata il supporto alla connettività più recente con modem in grado di assicurare incredibili velocità in download e in upload.