xiaomi

Il 2017 di Xiaomi è stato un anno record, dopo un periodo buio dove le vendite non hanno entusiasmato gli azionisti del produttore. Le banche si aspettano ora un utile netto di almeno 1 miliardo di dollari, su un fatturato – nell’anno corrente – di ben 17 miliardi.

Sulla base di alcuni calcoli degli azionisti, l’utile netto dovrebbe raddoppiare il prossimo anno; sempre nel 2018, la valutazione di Xiaomi dovrebbe superare i 100 miliardi di dollari. Solo nel 2014, il produttore valeva ben 46 miliardi.

Xiaomi macina record su record, e punta a valere 100 miliardi di dollari

La società stessa ha confermato di aver oltrepassato l’obbiettivo minimo di 15 miliardi di fatturato, ma non ha voluto commentare la vicenda.

La Cina il quarto più grande mercato di smartphone al mondo, ed è dominata dai produttore locali come BBK (OPPO e Vivo), Xiaomi e Huawei. Nella fattispecie, la Apple cinese, dopo aver conquistato l’India, è approdata anche in Europa: prima in Spagna, e successivamente in Italia.

Attualmente, l’e-commerce più famoso al mondo propone quattro dispositivi del produttore:

Mancano all’appello i device di fascia alta, ossia Xiaomi Mi MIX 2, Mi Note 3 e Mi 6; ciò detto, siamo sicuri che questi smartphone saranno presto inseriti a catalogo – probabilmente nei primi mesi del 2018.