Galaxy S9

Samsung ha intenzione, come ogni anno, di distanziare Apple, sia in termini di innovazione che in termini di vendite. Il secondo degli obiettivi appena citati non risulta poi così difficile, visti i differenti modelli proposti dalla casa sudcoreana, ed infatti la lotta è più aperta proprio in merito a quelle che sono le vendite, soprattutto dei top di gamma.

A scontrarsi negli anni sono stati molti dei flagship delle rispettive case, ma Samsung ha intenzione di sparare il botto con il suo prossimo smartphone top della gamma Galaxy S. Si tratta di Galaxy S9, smartphone che con tutta probabilità arriverà al prossimo Mobile World Congress 2018 di Barcellona.

Galaxy S9: un concentrato di eleganza e potenza che salva la durata della batteria

Galaxy S9 arriverà a combattere il nemico, attualmente impersonato dal non ancora arrivato iPhone X. Di certo sarà più performante visti anche i tempi che intercorreranno tra l’avvenuta presentazione del top di Apple a settembre, e quella di Samsung prevista a fine febbraio-inizio marzo.

Exynos

Molte caratteristiche faranno di S9 uno smartphone super desiderato, ma una di queste, che potrebbe anche passare in secondo piano, sarebbe il vero colpo vincente. Si tratta dei nuovi processori proprietari, ovvero gli Exynos. Samsung infatti sarebbe pronta ad avviare la produzione di massa di chip con processo produttivo a 8nm. 

Fin qui nulla di strano, dato che da mesi si vocifera anche di alcuni chip a 7nm. L’innovazione starebbe nel fatto che i chip a 8nm saranno a basso consumo, per cui la batteria, anche con lo smartphone al top delle sue prestazioni, sarà molto meno sollecitata.

In poche parole, come descrive la fonte, si potrà guadagnare anche un buon 20% in termini di percentuale della batteria. Ovviamente c’è ancora un po’ d’acqua che dovrà passare sotto i ponti prima che ciò si tramuti in realtà, ma possiamo garantirvi che in molti sono già in trepidazione.