Per festeggiare alla grande il decimo anniversario dell’arrivo dell’iPhone, Apple, l’azienda creatrice del melafonino, oltre alla gamma di iPhone successivi al 7 e 7 Plus, ovvero, iPhone 7s e iPhone 7s Plus, che avranno un design sostanzialmente simile all’attuale generazione, presenterà al pubblico una nuova versione dell’iPhone con molte novità, l’iPhone8.

L’uscita di iPhone 8 è stata ufficializzata per il 12 settembre 2017. L’evento della presentazione del nuovissimo iPhone 8 si terrà al Steve Jobs Theater presso il suo nuovo campus Apple Park a Cupertino alle ore 10.00 locali ovvero le 19.00 in Italia. Ma passiamo ora alle caratteristiche tecniche del tanto atteso iPhone 8. Molto probabilmente l’iPhone 8 sarà il primo smartphone della Apple ad avere  un display edge-to-edge, proprio come hanno già fatto altre due aziende concorrenti, ovvero Samsung e LG con i loro rispettivi modelli S8 e G6. Le diverse generazioni di iPhone ci hanno abituato a vedere sotto al proprio display il fantomatico tasto Home che, da sempre, è uno degli elementi che distingue il melafonino da altri smartphones.

Quindi pensando ad un display edge-to-edge e quindi ad uno smartphone a tutto schermo, ci si pone subito il problema del posizionare il tasto Home. Diversamente da come hanno fatto molte compagnie, che lo hanno posizionato sul retro, probabilmente, la Apple ha pensato di inglobare il tasto Home al display in vetro. Nonostante ciò, c’è chi la pensa diversamente, per esempio  Ming-Chi Kuo, noto analista esperto del mondo Apple, secondo cui la Apple avrebbe eliminato del tutto il Touch ID dal nuovo iPhone 8 sostituendolo con un sistema dipendente dalla fotocamera frontale. Se la Apple ha sviluppato per l’iPhone 8 un pannello edge-to-edge, allora vuol dire che il nuovo melafonino avrà un display con un’area di utilizzo più grande. Infatti, avremo un nuovo smartphone con un pannello di 5.5 pollici.

Leggi anche:  Apple, la produzione del nuovo iPhone SE potrebbe saltare per questo motivo

iPhone 8, un concentrato di tecnologia

Le novità ci saranno anche per quanto riguarda la tecnologia utilizzata per il display. Infatti, se finora il colosso di Cupertino ha puntato sui  pannelli LCD, è praticamente quasi certo che il nuovo modello iPhone 8 punta su un display OLED. Gli schermi OLED, per loro natura, consumano sensibilmente meno: negli OLED, i neri sono “realmente” neri in quanto i pixel sono effettivamente spenti. Questo dovrebbe garantire un aumento di autonomia considerevole, accompagnato dai classici vantaggi della tecnologia OLED: neri carichi e profondi ed una gamma cromatica più lineare.

Molto probabilmente il nuovo iPhone 8 sarà in grado di ricaricarsi attraverso la carica wireless e sarà dotato di riconoscimento facciale. Esteriormente, in ambito di materiali usati per questo nuovo melafonino, si ritornerà al vetro, usato per la gamma degli iPhone 4, con il classico innesto in alluminio per quanto riguarda i lati del telefono; le antenne saranno infine molto probabilmente nella stessa posizione che possiamo vedere con gli attuali iPhone. Una cosa che fa discutere gli osservatori è la piccola banda posta in alto, dove troviamo la fotocamera frontale, la capsula auricolare e i sensori di prossimità e luminosità.

Apple infatti, non è ancora in grado di integrare questi elementi al di sotto del pannello di vetro, come ha fatto per il tasto Home. Passando al retro dell’iPhone 8, quest’ultimo vedrà le due fotocamere poste lungo l’asse verticale.  Molte novità anche per quanto riguarda i componenti interni. La RAM, da 3 GB, è pensata per gestire la mole il nuovo hardware integrato all’interno dell’iPhone 8, soprattutto in previsione della possibilità di utilizzare lo smartphone per la realtà virtuale. Il prezzo è vicino la soglia dei 1000€.