iPhone 8
I nuovi iPhone si avvicinano a grandi falcate ma, tra le tante novità positive, iPhone 8 potrebbe, oltre al prezzo, deludere i fan. Nella scatola potrebbe esserci nient’altro che lo smartphone.

 

Come ormai tutti gli interessati sapranno già alla perfezione, l’avvento della nuova serie di iPhone è in dirittura d’arrivo. Apple ha difatti intenzione di lanciare entro la fine dell’anno e probabilmente in giugno, per la ricorrenza del decimo anniversario dall’uscita del primo modello di iPhone, la sua nuova linea di smartphone per il 2017 che comprenderà tre modelli, iPhone 7s, iPhone 7s Plus e iPhone 8.

Se pure dovesse non dovessero essere pronti per giugno, al più tardi li vedremo a settembre, ma non è tutto oro quel che luccica. Come vi abbiamo già anticipato, iPhone 8 dovrebbe rappresentare un nuovo salto di qualità nel panorama Apple grazie all’introduzione di nuovi elementi fino ad ora sconosciuti alla casa di Cupertino, come lo schermo OLED e la ricarica wireless.

iPhone 8 si distinguerà dai suoi predecessori e dagli stessi 7s e 7s Plus per la sua scocca in vetro, a differenza del solito alluminio utilizzato fino ad ora, e per la sua laminazione in grafite che dovrebbero assicurare temperature più basse e prestazioni più elevate. Dal punto di vista tecnico, il nuovo arrivato di Cupertino conterà quasi certamente su un pannello OLED tutto nuovo dal design curvo e compatibile col 3D Touch. La novità però è che il nuovo flagship della mela morsicata, che con ogni probabilità perderà il jack per le cuffie da 3.5 mm, potrebbe guadagnare un chip NFC e i moduli per la ricarica wireless anche se non sarà a lungo raggio ma avrà bisogno del suo stand collegato alla rete elettrica.

Leggi anche:  Fuchsia OS: sistema operativo di Google progettato per Swift di Apple

Per quanto riguarda le caratteristiche tecniche, per ora vengono confermati il chip A11 Fusion quad core e 3 o 4 GB di RAM con tre tagli diversi di memoria interna da 32, 128 e 256 GB. Le novità però non si limitano a questo, difatti, per la prima volta potrebbe essere implementato in un iPhone, oltre al lettore di impronte digitali, uno scanner dell’iride. Non mancano però le note dolenti, difatti, in linea con il trend che Apple porta avanti ormai da qualche generazione di device, a risaltare saranno le assenze. Da quanto si vocifera difatti, nella scatola di iPhone 8 potrebbe non esseri nulla se non lo smartphone e il caricabatterie, quindi niente AirPods, niente stand di ricarica wireless o accessori e adattatori vari. Sicuramente molti, prendendo le difese di Tim Cook e dei suoi, diranno che nemmeno alcuni grossi concorrenti forniscono accessori e adattatori, però per uno smartphone che, a quanto pare, verrà venduto nella sua versione base a 1049 euro e nella sua versione completa a 1269 euro, qualcosa in più ce la aspettavamo.