Fitbit
Ecco il nuovo Charge 2 ed i suoi coloratissimi cinturini.

Dopo l’annuncio ufficiale arrivato verso la fine del mese di agosto, i nuovi FitBit Charge 2 sono da poco arrivati sul mercato ma sono già riusciti nell’impresa di scontentare diversi acquirenti per colpa di un fastidioso bug nel codice. Ma l’aziende è già corsa ai ripari!

Con invidiabile prontezza e celerità, la celebre società californiana è riuscita finalmente a risolvere il problema che affliggeva il successore del tanto apprezzato Charge HR, problema che impediva al bracciale di tracciare con precisione la distanza percorsa dall’utente, falsando così i dati relativi al tracking della distanza percorsa. Dopo aver riconosciuto in via ufficiale tale problematica, l’azienda è corsa ai ripari cercando in tutti i modi di identificare l’errore nel software e provando a risolverlo. Da oggi infatti è stato pubblicato ed è disponibile al download l’aggiornamento software che dovrebbe risolvere tale bug e portare così ad una soluzione valida ed efficace tutti i nuovi possessori di Fitbit Charge 2. Insomma, nonostante il problema, possiamo dire che la società ha avuto un comportamento molto serio e professionale andando a limitare in pochissimo tempo le problematiche legate a errori nel software.

Se avete seguito IFA 2016 con noi allora avrete sicuramente letto che, oltre al suddetto Charge 2 è stato presentato anche il nuovo Fitbit Flex 2: un prodotto indossabile diverso, pensato per un altro tipo di pubblico ma comunque molto interessante e valido. Nel nostro articolo dedicato, potete trovare tutte le informazioni del caso, le caratteristiche e le peculiarità con lo differenziano dal modello precedentemente rilasciato in commercio.