huawei
Il logo di Huawei

Huawei è sempre più ambiziosa. L’azienda cinese che fa capo a Ren Zhengfei vuole diventare il primo venditore di smartphone in Italia. Al momento, infatti, si trova ancora al secondo posto dopo Samsung. Walter Ji, presidente della divisione consumer per l’Europa Occidentale, ha svelato le intenzioni della società.

L’avanzata di Huawei

La compagnia asiatica vuole raggiungere il suo obiettivo entro appena 2 anni. Il piano potrebbe sembrare un po’ ambizioso, ma l’avanzata dei suoi prodotti in Italia fa sperare bene. Il marchio è ormai conosciuto dall’87 per cento della popolazione e non è più associato a dispositivi economici e di bassa qualità. In poco tempo, Huawei è riuscita a riscattare la reputazione dei prodotti cinesi grazie a un marketing aggressivo e a degli smartphone ben equilibrati. L’azienda si è affidata a numerose sponsorizzazioni, utilizzando perfino le squadre di calcio. L’Italia, adesso, costituisce il secondo mercato più importante per la società.

L’arma vincente dell’azienda

Per superare Samsung e schiacciare ancora di più Apple, Huawei ha un asso nella manica. Si tratta della collaborazione con Leica, un’azienda tedesca specializzata nella costruzione delle fotocamere. La compagnia ha intenzione di integrare le capacità e le conoscenze del marchio nei prossimi dispositivi. L’obiettivo è quello di conquistare gli utenti promuovendo l’innovazione e lo sviluppo di nuove meccaniche e ottiche per gli smartphone.

Leggi anche:  Mate 10, Huawei introdurrà una modalità PC