Dopo il via libera della Cina alla fusione tra Google e Motorola, la pratica delle approvazioni è stata archiviata e l’acquisizione quasi completata con successo. Ma non potevano di certo  essere (purtroppo) tutte rose e fiori.Come in ogni fusione tra due grandi società c’è sempre un riassetto dei progetti, piani, budget e anche del personale, e in tempi di crisi finanziari e anche alla luce dei bilanci e degli utili di Motorola a Chicago tira aria di licenziamenti.

Secondo TechCrunch sarebbe già in corso la manovra per effettuare diversi tagli al personale, licenziamenti che approssimativamente si aggirerebbero attorno al 30% anche se un valore più preciso non è stato dichiarato. Google da parte sua si aspetta di concludere l’affare entro due giorni, quindi già dalla prossima settimana speriamo di vedere come il gigante di Mountain View deciderà di intervenire per minimizzare le perdite e i conti in rosso che hanno contraddistinto la casa alata nel corso degli ultimi mesi.

 

Leggi anche:  Google sotto accusa per i problemi ai microfoni dei Pixel e Pixel XL