multe auto

Dopo gli aumenti di carburante e bollette durante questa sciagurata annata, ecco che nel 2023 si potrebbero presentare ulteriori aumenti. Infatti, anche per quanto riguarda il discorso delle multe auto, la situazione potrebbe non essere confortevole per gli italiani.

Per via dell’adeguamento all’inflazione, di cui si sta parecchio discutendo negli ultimi giorni, pare che le multe auto andranno a subire un rincaro automatico. Il tutto incomincerà a partire dal 1° gennaio 2023. Scopriamo di seguito maggiori dettagli a riguardo.

 

 

Multe auto: aumento automatico a partire da gennaio 2023

Secondo quanto riferito recentemente, par sia proprio il Codice della Strada stesso a prevedere questo aggiornamento dei prezzi da pagare per le eventuali sanzioni amministrative ogni due annate.

Quindi, di conseguenza, è praticamente inevitabile che dal 1° gennaio 2023 ci sarà un importante aumento delle multe, vista la situazione attuale e visto che l’importo delle contravvenzione viene aggiornato ogni due anni.

Perché l’aggiornamento avviene proprio ogni due anni e perché negli anni dispari? Ciò avviene sulla base di un parametro dell’Istat, che viene anche definito indice “Foi” dei prezzi di consumo.

 

Come risparmiare sulle sanzioni

Nonostante gli aumenti, ci sono degli escamotage per pagare meno. Infatti, se l’automobilista effettua il pagamento entro 5 giorni dalla data della notifica, otterrà una riduzione del 30%. Questa regola vige per tutte le regole del Codice.

I 5 giorni vengono calcolati da quello successivo alla data di violazione fino alla mezzanotte del quinto giorno. Se quest’ultimo è festivo, la scadenza verrà prorogata al primo giorno feriale disponibile.

Inoltre, l’automobilista potrà pagare con bonifico o carte di pagamento elettronico. Se dovesse procedere con queste modalità, verranno concessi ulteriori due giorni e potrà comunque avere la riduzione del 30%; quindi, si potrebbero potenzialmente avere 7 giorni a disposizione.

Christian Savino
Christian, 24 anni. Appassionato di tecnologia e musica da sempre. Autore per TecnoAndroid dal 2019.