toyota idrogeno cartuccia

La casa automobilistica giapponese Toyota sta scommettendo sull’idrogeno e vuole svolgere un ruolo essenziale nella decarbonizzazione svelando una cartuccia che aiuterà a rendere portatile l’idrogeno, ha riferito Engadget.

Con il mondo alla ricerca di fonti di energia prive di carbonio, l’idrogeno è una delle opzioni sul tavolo. Secondo l’Alternative Fuels Data Center (AFDC), una risorsa del Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti, un kg di idrogeno racchiude la stessa quantità di energia di 2,8 kg di benzina.

Tuttavia, i principali ostacoli riguardano la sicurezza e la disponibilità del gas. Toyota mira ad affrontare questi ostacoli in una volta sola con una soluzione basata su cartucce.

Invece di costruire infrastrutture su larga scala per pompare idrogeno, Toyota vuole contenerlo in pacchetti piccoli, convenienti e portatili. Per questo, l’azienda sta valutando cartucce che pesano non più di 5 kg.

Con una lunghezza di 40 cm e un diametro di 18 cm, queste cartucce dovrebbero essere facilmente trasportabili e facilitare la sostituzione per una ricarica rapida.

Nonostante l’innovazione, ci sono alcuni problemi da risolvere

Il produttore automobilistico ha anche collaborato con Eneos Corporation, con sede a Tokyo, per costruire una catena di approvvigionamento completa basata sull’idrogeno. Eneos è un’azienda petrolifera più che centenaria che cerca di nuovi carburanti che non inquinano. Un comunicato stampa dell’azienda afferma che Toyota ed Eneos stanno lavorando per semplificare la produzione, il trasporto e l’utilizzo dell’idrogeno come carburante.

Toyota proverà le sue cartucce di idrogeno a Woven City, una smart city futuristica attualmente in costruzione a Susono City, nel Giappone orientale.

Anche se i problemi della catena di approvvigionamento potrebbero essere affrontati rapidamente, attualmente esiste un problema significativo con l’utilizzo dell’idrogeno come carburante. Sebbene sia abbondante in natura, l’idrogeno non è disponibile liberamente e deve essere estratto da altre molecole come acqua, metano o altra materia organica.

L’idrogeno è ampiamente utilizzato nella produzione di fertilizzanti e nella raffinazione del petrolio, ma i metodi attualmente utilizzati per la produzione si basano sui combustibili fossili, osserva Toyota nel suo comunicato stampa. L’azienda prevede che l’idrogeno sarà prodotto con basse emissioni di carbonio poiché nella sua generazione verrà utilizzata energia eolica, solare, geotermica e da biomassa.

Con le sue cartucce, Toyota prevede di risolvere il fabbisogno energetico in aree remote e non elettrificate, aggiunge il comunicato stampa. Sebbene convenienti, le cartucce di piccole dimensioni sono destinate alle applicazioni di uso quotidiano. Una singola cartuccia può alimentare un forno a microonde domestico per un massimo di quattro ore.

FONTEinterestingengineering.com
Avatar
Tech addicted, gamer ed editor su tecnoandroid.it