Gli smartphone al giorno d’oggi sono diventati degli strumenti a dir poco indispensabili per ognuno di noi, i piccoli device tascabili infatti ci consentono di adempiere a numerose operazioni da quelle più semplici come postare una foto sui social a quelle più complesse come gestire il proprio conto corrente.

Tutto ciò porta gli smartphone a far transitare ogni giorno nelle loro memorie una quantità di dati a dir poco impressionante, i quali nel tempo vengono salvati in modo permanente e finiscono alle volte con il saturare lo smartphone rendendolo decisamente più lento e meno reattivo.

Si tratta di un fenomeno fisiologico che però col tempo può rovinare l’esperienza d’uso del proprio smartphone rendendo addirittura il tutto a tratti frustrante, la situazione si fa ancor più pesante quando le nostre memorie transita un malware, il quale disturbo il funzionamento del device rendendolo ancora meno performante.

Se anche voi vi foste resi conto che il vostro smartphone è diventato troppo lento, ecco la guida che fa al caso vostro.

 

Ripristinare uno Smartphone

Se volete ripristinare completamente il vostro smartphone i passi da seguire sono molto semplici, innanzitutto spegnete lo e rimuovete SIM e microSD, dopodiché riaccendetelo con la combinazione tasti premuta Power e volume più, così facendo Esso accederà recovery medium all’interno del quale, spostandomi utilizzando i tasti volume, dovrebbe selezionare le voci wipe data factory reset e wipe dalvik cache, utilizzando il tasto Power.

Una volta eseguite le due operazioni selezionate la voce reboot, così facendo il vostro dispositivo si riavvierà e noterete che sarà ritornato allo stesso status di quando era in confezione con la conseguente eliminazione di tutte le personalizzazioni precedentemente presenti.