L’operatore WindTre ha recentemente deciso che, a partire dal 1° gennaio 2022 sulla sua rete non sarà più possibile attivare i servizi VAS in abbonamento, i cosiddetti servizi Premium a sovrapprezzo, togliendo di fatto anche la possibilità fruirne dopo lo sblocco.

L’operatore ha comunicato questa novità aggiornando l’informativa dedicata presente all’interno della pagina ufficiale. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

WindTre eliminerà i servizi VAS

Ecco la comunicazione ufficiale, presente anche sul sito dell’operatore: “WindTre informa che dal 1 gennaio 2022 i servizi VAS in abbonamento (Servizi Premium di cui al CASP 4.0) non saranno più attivabili né fruibili sulla propria rete“. Dunque, secondo quanto comunicato dall’operatore, i clienti dell’operatore non saranno più in grado di attivare e di utilizzare i servizi VAS in abbonamento a partire dal 1° Gennaio 2022.

WindTre, aveva già reso disponibile il barring di default su tutte le SIM attivate dal 18 Ottobre 2020 in poi, ad eccezione soltanto dei servizi di Carrier Billing, di SMS bancari, di quelli di mobile ticketing, televoto, charity SMS su numerazione 455 e quelli per le donazioni. Per quanto riguarda i già clienti che avevano attivato una SIM prima del 18 Ottobre 2020, il blocco era stato inizialmente comunicato a Dicembre 2020 all’interno della pagina “WindTre Informa” con l’informativa denominata “Blocco Tecnico Attivazione Servizi VAS”, ed era previsto per il 18 Gennaio 2021.

Ora, in attesa di un provvedimento di AGCOM, l’operatore aveva modificato l’informativa specificando che il tutto sarebbe slittato. In seguito alla pubblicazione della delibera AGCOM 10/21/CONS del 5 Febbraio 2021, l’operatore si era poi adeguato e la data di entrata in vigore del blocco dei servizi a sovrapprezzo era stata fissata per il 21 Marzo 2021.