Oggi vogliamo parlare dell’ennesimo tentativo di phishing che sta colpendo il nostro Paese a nome di Poste Italiane. Ormai con l’aumentare della tecnologia, purtroppo, aumentano anche le possibilità degli hacker di rubare le nostre identità e, soprattutto, i nostri soldi.

In questi giorni potrebbe capitarvi di ricevere un SMS, fate attenzione: il vostro conto non presenta alcuna anomalia, quindi non cliccate sul link e non inserite alcun dato. Ecco un esempio di SMS.

 

Poste Italiane: attenzione al messaggio phishing che circola con il nome dell’ente

Ecco l’SMS che sta arrivando in queste ore, che naturalmente nulla a che vedere con PosteInfo di Poste Italiane: “ATTENZIONE! Un dispositivo non riconosciuto risulta collegato al suo conto Online. Se disconosce tale accesso segua la procedura —link—“. Purtroppo dobbiamo constatare come gli SMS truffaldini siano scritti in modo sempre più corretto rispetto a qualche anno fa.

Andando a cliccare sopra il link si apre una copia del portale di accesso al conto di Poste Italiane: basta inserire nome utente e password perché queste ultime vengano rubate e utilizzate per scopi illeciti. Non state ad ascoltare questi truffatori: nessuna banca o altro operatore finanziario chiederà mai i vostri dati in questo modo. 

Nel caso di comunicazioni dubbie potete sempre contattare telefonicamente l’istituto di credito per chiedere spiegazioni. Mi raccomando, spargete la voce ad amici e parenti magari meno avvezzi alla tecnologia, in quanto sono i più a rischio. Vi ricordo infatti che tutte le Banche o la Posta, non vi chiederà mai di inserire i vostri dati sensibili su un sito internet, al contrario vi chiederà di fissare un appuntamento in una delle filiali per approfondire meglio il problema.