Il colosso Google, come ben saprete, ha appena presentato al mondo intero i nuovi Pixel 6, ai quali ha integrato anche sue potenzialità nel campo dell’intelligenza artificiale.

Un esempio su tutti è sicuramente la Gboard nelle funzionalità software. Grazie a questa nuova tastiera gli errori grammaticali non saranno più nella nostra quotidianità. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

Google: con Gboard su Pixel 6 dimenticherete gli errori grammaticali

Google ha annunciato di aver integrato in Gboard per Android, al momento in esclusiva su Pixel e Pixel 6 Pro, la funzionalità per la rilevazione e correzione automatica degli errori grammaticali durante la scrittura con la tastiera virtuale. Questa modalità funzione esclusivamente sul dispositivo e non è supportata dal cloud per ragioni di privacy.

La funzionalità appena annunciata da Google è stata costruita su misura sui Pixel 6 e non è chiaro se arriverà almeno per i Pixel precedenti. La novità è disponibile esclusivamente per la lingua inglese ma Google ha promesso che la estenderà ad altri linguaggi in futuro. Vi ricordo che Pixel 6 dispone di uno schermo AMOLED da 6.4 pollici, processore Google Tensor octa con supporto ai 64 bit che lavora alla frequenza di 2.8 e ha un processore grafico Mali-G78 MP20. Abbiamo poi 8 di RAM e 128 / 256 di memoria non espandibile.

Il dispositivo ha il supporto dual SIM e supporta le reti mobili sino a quelle 5G , mentre la Wi-Fi è di tipo a/b/g/n/ac/6E e il Bluetooth è 5.2. Non manca il GPS e neanche il chip NFC. Manca invece la radio FM e la porta ad infrarossi. La risoluzione della fotocamera principale è di 50 megapixel ed è anche dotata di stabilizzatore, mentre quella secondaria è da 8. È possibile registrare video a 4K – 3840 x 2160 e abbiamo il led flash Doppio.