truffe-online-smishing-sms-finto-corriere-pacco-da-ritirare

Tra le truffe online è tornato a galla un attacco smishing davvero letale per il conto corrente. Se avete ricevuto questo SMS allora siete in serio pericolo. Hacker esperti hanno riesumato una tecnica ormai conosciuta, ma con nuovi particolari capaci di far cadere nella trappola anche l’utente più prudente. Un link fraudolento dà inizio a un incubo che vi porterà via tutto il denaro risparmiato con fatica e depositato sul vostro conto corrente. Scopriamo insieme tutti i dettagli e alcuni consigli per difendersi e tenere alto il livello di sicurezza digitale.

 

Truffe online: attenzione al falso SMS del corriere

Hacker esperti stanno nuovamente tentando la frode attraverso un subdolo attacco smishing. Facendo leva sul fatto che la maggior parte delle persone oggi acquista online molti prodotti, inviano a random un SMS che allerta l’utente di un pacco in giacenza da sbloccare per poter finalizzare la consegna. Ecco il testo ufficiale di questa che fa parte delle cosiddette truffe online:

Il tuo pacco è stato trattenuto presso il nostro centro di spedizione. Si prega di seguire le istruzioni qui“.

Ovviamente, cliccando sul link l’utente viene direzionato su una pagina fraudolenta realizzata come clone di quelle dei più famosi corrieri. Tra i più bersagliati ci sono Bartolini, DHL e SDA. Nel format la vittima dovrà inserire i dati personali e quelli della sua carta di credito o del suo conto corrente per sbloccare il pacco.

In sostanza scoprirà che non esiste nessun pacco bloccato e nessuna consegna in programma per lui. Invece, il povero malcapitato si troverà con la carta di credito clonata e il conto corrente azzerato.

 

Come difendersi dallo smishing

Uno dei primi consigli utili a difendersi da queste truffe online e in particolare dallo smishing è evitare di cliccare su link di dubbia provenienza. Ricordiamo che nessun corriere invia un SMS con la richiesta di sbloccare la propria spedizione online pagando una somma o inserendo i dati della propria carta di credito o del conto corrente personale.

Attenzione anche ai siti online per gli acquisti. Spesso alcune forme di pagamento si rivelano vere e proprie tagliole letali. C’è sempre una soluzione per non cadere nella trappola delle truffe online.