blank

A quanto pare il fenomeno del furto dati di massa proprio non vuole saperne di avere battute di arresto, l’hacking di grossi databases ha infatti visto un aumento di incidenza nell’ultimo anno davvero impressionante e a quanto pare rieccoci qua con un nuovo elemento da aggiungere alla lista, stando alle ultime info emerse in rete, un nuovo database è stato messo in vendita nel darkweb con all’interno le info in merito alla bellezza di 3,8 miliardi di account Facebook e Clubhouse, un valore mostruoso.

Il post di vendita è stato pubblicato il 4 Settembre e mostra come prezzo soli 100.000 dollari, con l’hacker disposto anche a spacchettare il tutto in pacchetti più piccoli ed economici per chi non è disposto a spendere troppo.

 

I dati rubati

Stando a quanto emerso, il database dovrebbe contenere informazioni anche su utenti che non hanno un account di Clubhouse, ma il cui contatto è presente nella rubrica di un utente registrato al social network “audiofilo”, fattore che per un hacker potrebbe valere davvero oro.

A detta del senior information e security researcher di CyberNews Mantas Sasnauskas, chi acquista questi dati avrebbe accesso a molte più informazioni contestuali: nome utente, il paese di registrazione del numero di telefono, il numero di contatti a cui sono collegati Clubhouse e Facebook, elementi molto utili nella creazione di truffe personalizzate dal momento che appunto sono info legate proprio all’utente da truffare.

Al momento secondo le info l’hacker non è ancora riuscito a vendere il database, è in cerca di acquirenti, le info al suo interno potrebbero essere usate per phishing via SMS o e-mail.