tempesta solare

Gli scienziati hanno risolto un mistero di vecchia data su alcuni fenomeni che caratterizzano il Sole che potrebbero aiutare gli astronomi a prevedere le tempeste solari.

Il team di esperti dell’Università di Sydney, dell’Università del Colorado e del Southwest Research Institute di Boulder crede di aver scoperto come funziona effettivamente la dinamo magnetica interna del Sole, nota anche come dinamo solare.

Una dinamo solare è un generatore elettrico naturale all’interno del Sole che produce correnti elettriche e un campo magnetico.

È ampiamente accettato dalla comunita’ scientifica il fatto che la dinamo solare sia responsabile della generazione e del mantenimento dei campi magnetici del Sole nella zona di convezione solare e negli strati vicini.

Cosa significa zona di convenzione

La zona di convezione è costituita da un oceano profondo 200.000 chilometri di plasma fluido turbolento e laminato super caldo che occupa il 30% esterno del diametro della stella.

Finora gli esperti ritenevano che i vortici più grandi occupassero la zona di convezione, immaginata come una formazione di gigantesche celle circolari.

Ma il mistero ha sconcertato gli scienziati per anni poiché non hanno mai trovato queste cellule, un problema di vecchia data noto come “Enigma convettivo“.

Il matematico Dr Geoffrey Vasil ha detto: “C’è una ragione per questo. Piuttosto che celle circolari, il flusso si scompone in alte colonne rotanti a forma di sigaro ‘appena’ 30.000 chilometri di diametro.” Ciò è causato da un’influenza molto più forte della rotazione del Sole rispetto a precedentemente pensato.

I collaboratori, il professor Keith Julien dell’Università del Colorado e il dottor Nicholas Featherstone del Southwest Research Institute di Boulder, hanno affermato: “Questa rapida rotazione prevista all’interno del Sole sopprime quelli che altrimenti sarebbero flussi su larga scala, creando dinamiche più variegate.”