google-pay-smartphone-android-ios-apple-prezzi-denaro-regaloGoogle Pay quasi non vede l’ora di firmare periodicamente contratti con nuove banche sopratutto negli Stati Uniti. Superate ben oltre 3.000 istituzioni supportate dal noto servizio offerto da Google in pochi mesi fa.

Ormai non è solo negli Stati Uniti che Google si scatena tra una banca e l’altra. Di recente, infatti, l’azienda ha raggiunto nuovo ‘record contrattuali’ in tanti altri Paesi sparsi in tutto il mondo. L’ultima volta che abbiamo fatto il conto, Pay aveva firmato un contratto con circa 61 banche. Impensabile fino a poco tempo fa soprattutto per un servizio digitale e in qualche modo di nicchia rispetto ad altri. Stando alle ultime notizie trapelate online, è chiaro che Google sta avendo un’estate intensa. Ci sono almeno 43 istituti finanziari che stanno pian piano ufficializzando la loro compatibilità con Google Pay.

Nuove banche compatibili con il servizio offerto da Google Pay

Australia: Banca BNK, Certegy Ezi-Pay PTY, LTD, Grande Banca Meridionale.

Brasile: Banestes, BTG+, BRBCARD, Nubank, Porto Seguro, Woop Sicredi.

Bulgaria: Transcard Financial Services AD

Canada: Collabria Financial Services Inc., GRUPPO FINANZIARIO G&F, La cooperativa di credito della polizia, Princess Credit Union
Square Canada Inc.

Cile: Lider BCI

Croazia: Zagrebacka banka

Danimarca: Resurs Banca AB

Finlandia: Resurs Banca AB

Germania: Consors Finanz

Grecia: Edenred

India: Banca federale, Banca IndusInd, Banca RBL.

Italia: ABN AMRO Bank N.V., Enel X NG.

Giappone: Minna Bank, Ltd.

Lettonia: VIA Pagamenti UAB

Olanda: ABN AMRO Bank N.V.

Norvegia: Resurs Banca AB

Russia: BM-Bank Società per azioni, KB Poidem

Svezia: Resurs Banca AB

Svizzera: Cornèr Banca

Ucraina: JSC “Banca commerciale “Globus”, Megabank JSC

Regno Unito: Soluzioni per carte di pagamento UK Limited, Zilch Technology Limited.