blank

Gli smartphone al giorno d’oggi sono senza dubbio considerabili come dei piccoli centri di smistamento dati, essi infatti, grazie alla centralità che hanno assunto nel tessuto sociale, ogni giorno si ritrovano a inviare e ricevere byte su byte di dati, di cui anche molto importanti come info sensibili del proprietario come: anagrafiche, foto, chat e codici di accesso bancari.

Ovviamente ciò rende i vari smartphone la preda perfetta agli occhi degli hackers i quali, attratti dai dati di indubbia importanza, continuano incessantemente ad attaccare gli utenti sfruttando i malware, dei piccoli software che, camuffati da banali applicazioni, una volta installati iniziano a prendere il controllo del device, avviando la loro azione malevola che consiste nella copia e nell’invio di tutti i dati ritenuti di valore.

Ai più disattenti potrebbe effettivamente capitare di beccarsi sul cellulare uno di questi malware, se ne avete il sospetto, ecco come capire se siete infetti.

 

Attenzione ai dettagli

Per capire se il vostro smartphone è stato infettato da un malware l’attenzione ai dettagli è rigorosamente essenziale, infatti questi programmi oltre a palesare delle azioni molto negative contro il vostro cellulare, tenderanno anche a nascondersi per evitare di essere individuati.

Innanzitutto il consiglio che vi diamo (in ordine a come il vostro smartphone si è sempre comportato) fate attenzione alle prestazioni, se notate che stranamente il vostro cellulare è decisamente più lento qualcosa certamente non va, a ciò aggiungete anche l’improvvisa comparsa di pubblicità aggressive sia nel menù a tendina che direttamente a schermo, il tutto ovviamente contestualizzato con il vostro atteggiamento, pensate a cosa avete fatto con lo smartphone e soprattutto se avete scaricato file o applicazioni da fonti non certificate, se notate una corrispondenza di questi elementi probabilmente il vostro cellulare è infetto da un malware.