Google-Play-Store-android-smartphone-linee-guida-novitá-sviluppatori

Se sei uno sviluppatore Google o Android, potresti voler leggere ed essere aggiornato sulle ultime modifiche del Play Store. Il gigante della tecnologia sta introducendo nuovi aggiornamenti che potrebbero essere introdotte nelle prossime settimane. In particolare, possiamo aspettarci di piú alla conferenza tecnologica virtuale di Google I/O 2020.

Per quanto riguarda le migliorie, Google Play continua a migliorare le sue funzionalitá, tra cui la navigazione e l’interfaccia utente. La societá vuole aiutare gli sviluppatori ed editori di app a migliorare la qualitá delle loro app. Con milioni e milioni di app sviluppate, introdotte e commercializzate, puó essere una vera sfiga per un’app distinguersi. Infatti, gli utenti hanno difficoltá a trovare l’app o il gioco giusto perché ci sono davvero troppe scelte.

Google Play Store: le nuove linee guida saranno attive da metá anno

Ció che di solito aiuta i possessori di device Android sono le informazioni fornite sul Play Store. Questi comprendono un nome, immagini, una descrizione e video anteprima. Questi elementi sono importanti per aiutare le persone a decidere cosa comprare e scaricare. Al momento, Google Play mostra i giochi consigliati in primo piano ma sono in corso ulteriori miglioramenti per garantire che le risorse dello Store siano ottimizzate e che possano aiutare gli utenti a sapere cosa aspettarsi.

Google sta introducendo una modifica ai metadati delle app. Ció include anche nuove linee guida per le anteprime sul Play Store. La societá ha confermato che annuncerá in anticipo la modifica della politica per i metadati delle app. Come suggerimento, sembra che una modifica limiterá la lunghezza dei titoli delle app a 30 caratteri.

Potrebbero anche essere rimossi elementi grafici che potrebbero fuorviare gli utenti semplicemente guardando l’icona dell’app. Dunque, se sei uno sviluppatore, Android ti chiederá di rivedere le tue app per assicurarsi che seguano le nuove linee guida fornite da Google.