Apple, iPad Pro, iPad Pro 2021, Mini LED, Apple Silicon M1

Nelle scorse ore, Apple ha tenuto un importante evento che è servito come trampolino di lancio per tantissimi nuovi device. Il produttore di Cupertino, tra le altre cose, ha presentato la nuova famiglia di iPad Pro che può vantare una piccola rivoluzione interna.

Infatti, i nuovi iPad Pro possono contare sulla potenza sprigionata dal SoC Apple Silicon M1. Si tratta del processore proprietario montato dall’azienda della Mela sui MacBook. Grazie a questa soluzione, i tablet ottengono un incremento di prestazioni molto importante dal punto di vista della produttività.

Rispetto al SoC A12Z Bionic utilizzato sugli iPad Pro di scorsa generazione, il salto prestazionale è incredibile. Apple indica un incremento di potenza della CPU pari al 50% e del 40% considerando la GPU. Questo significa che i tablet potranno supportare gli utenti in tutte le proprie attività, anche quelle più pesanti, senza problemi e in mobilità.

Apple ha svelato ufficialmente i nuovi iPad Pro

L’altra caratteristica introdotta con gli iPad Pro di nuova generazione è il display denominato Liquid Retina XDR. Questa tecnologia è basata sul tanto atteso pannello mini-LED che permette di raggiungere una risoluzione pari a 2732×2048 pixel, una luminosità fino a 1600 nit e un contrasto elevatissimo.

La versione da 12.9 pollici è quella che può sfruttare al meglio i nuovi display. Per la versione da 11 pollici invece, la risoluzione scende a 2388×1668 pixel e diminuiscono i valori di luminosità massima e contrasto.

I nuovi iPad Pro sono disponibili in due versioni, una esclusivamente WiFi e l’altra che garantisce il supporto alle reti 5G. Non manca il FaceID, la doppia fotocamera posteriore e il supporto ad Apple Pencil e Magic Keyboard. I prezzi di partenza sono di 899 euro e 1.219 euro per le versioni da 11 e 12.9 pollici.