Nel nostro Paese, soprattutto negli ultimi tempi, sta prendendo sempre più importanza una truffa molto subdola, la quale sta veramente mandando fuori di testa tantissimi utenti. La suddetta, viene attuata tramite l’ormai noto mail phishing, e colpisce in particolar modo i correntisti di banche italiane importanti, come Unicredit, Intesa Sanpaolo e BNL.

Le mail che vengono inviate agli utenti, in questo modo, sembreranno nettamente più reali, e le vittime continueranno inevitabilmente ad aumentare. Lo scopo principale di queste mail completamente finte è quello di andare a rubare i dati personali della persona che ha un conto aperto in quella determinata banca, così che i malfattori possano accedere indisturbati all’home banking della vittima, andando a sottrargli tutto il denaro che possiede.

Il metodo, quindi, è davvero molto semplice ed efficace, essendo che il truffatore, all’interno della mail, invita (e quasi obbliga) il titolare del conto a sbloccare il suo account tramite un link che gli viene fornito. Ed è proprio mediante questo trucchetto che scatta la loro trappola. Scopriamo di seguito maggiori dettagli a riguardo.

 

Truffe Unicredit, BNL e Sanpaolo, correntisti disperati: cosa fare

Se andiamo a fare click sul collegamento che ci è stato fornito nella mail, l’utente verrà automaticamente reindirizzato alla pagina fake della propria banca. Possiamo accorgerci della sua non veridicità proprio per il fatto che c’è qualche particolare che si discosta dalla home page vera della nostra banca. Tuttavia, molte vittime vengono ingannate, e così inseriscono tutte le credenziali di cui hanno bisogno i malfattori.

Quindi, insomma, come possiamo difenderci da queste truffe fatte con il mail phishing? C’è solo un modo, ed è anche quello più efficace: prestare attenzione. Può tornarvi utile anche controllare l’indirizzo mail che vi ha inviato il messaggio. C’è da dire, però, che nessuna banca vi invierà mai delle mail del genere, quindi, appena le vedete, eliminatele. Un’altra cosa che sicuramente può servirvi è sapere nel dettaglio cos’è il phishing.