blankLa violazione della privacy è un problema che accomuna tutti, quindi è confortante quando le aziende decidono di migliorare i propri servizi. Anche Google sta introducendo delle normative a riguardo in arrivo con il lancio di Android 12, un po’ come Apple con iOS 14.

Lo sviluppatore kdrag0n è stato in grado di testare “in anteprima” alcune delle novità in arrivo. Con Android 12 avremo svariate funzionalità e opzioni già disponibili per iOS 14 ma in gran parte migliorate. Ad esempio, i dispositivi Android riceveranno finalmente nuove spie accanto alla fotocamera – e non solo. Queste cosiddette “spie luminose” sono fondamentali per proteggere non solo il proprio dispositivo ma anche i dati sensibili che i malintenzionati potrebbero ricavare tramite la fotocamera o sensori di ogni genere. In particolare, le spie permetteranno di individuare se la fotocamera, il microfono e la localizzazione sono attivi mentre si utilizza un’app.

Android 12 ispirato all’ultimo aggiornamento per iOS 14: in arrivo le nuove funzioni per garantire la privacy degli utenti

Sebbene lo sviluppatore non abbia mostrato come appaiono esattamente questi indicatori nella barra di stato, da alcune notizie trapelate un po’ di tempo fa sappiamo già come funziona. Quando un’app utilizza la fotocamera, il microfono o la posizione, all’inizio potremmo vedere una piccola luce, che si ridurrà quindi a un punto colorato proprio accanto agli indicatori di stato della batteria e della connessione.

Come per qualsiasi funzionalità al momento provvisoria e in fase sperimentale, è altamente probabile che alcune funzioni testate in questi mesi non siano effettivamente presenti nella build finale di Android 12. Tuttavia, alcune funzioni sono fondamentali – come la possibilità di usufruire della spia luminosa citata poco fa. Inoltre, iOS 14 ha già la maggior parte delle funzioni per Android 12 che mirano a proteggere i dati degli utenti. Dunque non ci si aspetta che le funzioni non siano presenti su Android.