Coronavirus

Quali sono le vie di trasmissione del Coronavirus? Questa dovrebbe essere la domanda da porsi per mettere in atto misure valide a proteggersi il più possibile da un contagio. Una volta definite tutte, allora è importante assegnare ad ognuna la priorità. Questo eviterà di dedicare tempo ed energie ad abitudini che non servono a nulla così da non trascurare quelle invece essenziali a contrastare il Covid-19. Ecco i risultati di uno studio pubblicato su Nature che stupirà molti.

 

Contro il Coronavirus meglio aprire le finestre

Da quando ha iniziato a diffondersi il Coronavirus in tutto il mondo scienziati ed esperti hanno dato principalmente attenzione a uno dei veicoli di trasmissione: le superfici e gli oggetti. Studi e ricerche avevano evidenziato come il Sars-Cov-2 rimanesse in “vita” su acciaio e plastica per giorni. Questo ha portato molti a focalizzare la propria attenzione sul disinfettare le superficie dimenticandosi invece si uno dei veicoli maggiori di trasmissione: le vie aeree.

Un articolo pubblicato su Nature ha evidenziato come, contro il Coronavirus, serva a poco disinfettare le superfici se non si ha una buona abitudine nell’arieggiare i locali. Infatti quanto scritto indica come “la trasmissione del virus attraverso il contatto con superfici contaminate, sebbene possibile, non sia considerata un rischio significativo”.

Quindi una delle cose indispensabili è mantenere un’aria salubre. Importantissimo per combattere il Coronavirus in modo efficace soprattutto all’interno di locali chiusi frequentati da molte persone. Questo prima ancora di disinfettare le superfici.

“Sono le persone, non le superfici, a dover essere la principale fonte di preoccupazione. Le prove degli eventi di super diffusione, in cui numerose persone vengono infettate contemporaneamente, di solito in uno spazio chiuso e affollato, indicano chiaramente che la via di trasmissione è quella aerea”.

Quindi “è più importante migliorare la ventilazione degli ambienti o installare depuratori d’aria rispetto allo sterilizzare le superfici”. Se poi rimane del tempo allora si possono disinfettare anche le superfici.