lg-smartphone-vendere-business

Dopo anni di record su record negativi in fatto di vendite di smartphone, apparentemente LG si era decisa finalmente a vendere il business di questi dispositivi, un po’ come voleva fare Huawei. Proprio come quest’ultima però, la cosa non è andata in porto. Lunedì la società sudcoreana stava trattando con una società vietnamita che non è riuscita a farsi accettare l’offerta ritenuta troppo bassa.

LG sta cercando di vendere i vari poli produttivi sparsi per il mondo, principalmente Brasile e proprio Vietnam. Queste fabbriche stanno favorendo l’emorragia di sangue dalle casse della compagnia e per queste se ne vuole liberare. Chiuderla e basta sarebbe solo un danno mentre rivendendole potrebbero recuperare qualcosa. Per ora si è parlato di una perdita per 23 trimestri di fila che corrispondono a sette anni e mezzo di fila per un totale di 4,5 miliardi di dollari di perdite.

 

LG, cosa farà ora?

La parte interessante e che mentre le vendite degli smartphone sono a un minimo storico, LG è comunque intenzionata a portare sul mercato un dispositivo rivoluzionario ovvero quello dotato di un schermo arrotolabile. Prima si diceva che il progetto era stato chiuso, ma la compagnia ha prontamente sottolineato che stanno andando avanti.

Il telefono verrà presentato al CES 2021, l’evento di Las Vegas che è stato rimandato a causa della pandemia ancora in corso. Sarà interessante vedere come verrà presentato e cosa seguirà. Da un lato fa strano assistere a un tentativo di vendita dell’interno business e allo stesso tempo lavorare su uno smartphone unico sul panorama attuale del mercato.