whatsapp-nuova-politica-privacy

Come ormai tutti sappiamo, WhatsApp ha previsto di implementare la nuova politica sulla privacy tra qualche mese, a maggio per essere più precisi. L’azienda ci riprova dopo che la prima volta la notizia aveva causato ondate di protesta. Nonostante questo ci stanno riprovando e hanno anche chiarato cosa succederà se un utente non accetterà la suddetta

Le parole ufficiali di WhatsApp: “Se non hai accettato per allora, WhatsApp non eliminerà il tuo account. Tuttavia, non avrai la piena funzionalità di WhatsApp finché non accetti. Per un breve periodo sarai in grado di ricevere chiamate e notifiche, ma non sarai in grado di leggere o inviare messaggi dall’app.”

Ovviamente il punto più importante di questo chiarimento è la parte in cui viene detto che si tratterà per un breve periodo. Probabilmente l’idea è di dare un ultimatum sperando che in quel periodo di tempo l’utente si renda conto dell’utilità di WhatsApp nella sua vita di tutti i giorni.

 

WhatsApp: la privacy

Facebook, la società dietro WhatsApp, ha di fatto posticipato la data di implementazione per dare tempo agli utenti di capire cosa sta succedendo e di come camberà l’applicazione di messaggistica. Ovviamente il problema dei consumatori riguarda proprio il collegamento con il social network in questione.

Da un lato molti non sanno o si dimenticano che Facebook ha comprato WhatsApp e da un lato molti sopportano la cosa. Rispetto agli anni passati in molti hanno deciso di non usare più il suddetto social network e di fatto una maggiore implementazione tra i due è quello che più di tutto da fastidio, ancora più di un’ipotetica perdita di sicurezza sui propri dati privati.