astronomia

Pare ci sia una nuova scoperta nel campo dell’astronomia. Di fatto, un team di esperti ha il sospetto di aver trovato un nuovo tipo di stella. L’astro, infatti, se viene osservato attraverso un telescopio a raggi X, scopriremo che emette una tonalità verde molto brillante. Questa possibile scoperta sta sconcertando gli addetti ai lavori, i quali avevano avvistato questo strano corpo celeste già nel 2019, ma senza mai più rivederlo.

Allo stato attuale, gli scienziati dell’ESA (Agenzia Spaziale Europea), sembra che siano andati in fondo alla questione, venendo a capo del fatto che questa nuova stella, che prende il nome di J005311 e che si trova al centro della nebulosa Iras 00500+6713, pare essere la fusione di due nane bianche.

 

 

La stella è molto particolare, gli astronomi sono increduli. Ma c’è una “brutta” notizia

La stella che “esce” da questa fusione è alquanto strana, oltre la sua tonalità verde brillante. Secondo quanto riportato da una ricerca che è stata pubblicata il mese scorso sulla rivista Astronomy & Astrophysics, ciò è così poiché la stella proviene da due stelle “morte”, sembra che sia quasi del tutto deprivata di combustibile cosmico, come idrogeno ed elio, mentre i gas sulla sua superficie si muovono ad una velocità impressionante.

L’immagine che vedete sopra è stata condivisa da una vista a raggi X dell’ESA, evidenziando come sia la prima volta che viene catturato un’immagine raffigurante un corpo celeste di questo tipo. C’è solo una brutta notizia per tutti gli appassionati: purtroppo la stella non durerà a lungo. Questo per il semplice motivo che il corpo celeste è molto instabile, ed è possibile che collasserà in una stella di neuroni entro 10.000 anni (che è pochissimo tempo per il cosmo!).