huawei-europa-impatto-economico

Huawei ha avuto un pesante e importante impatto nel nostro continente e a rivelarlo è l’Oxford Economics Research Institute. Nella giornata di ieri, venerdì 6 novembre, è stato pubblicato il Rapporto Rapporto sull’impatto di Huawei sull’economia europea. I dati presi in considerazione si riferiscono solo al 2019, ma comunque rivelano parecchio.

In Europa, Huawei ha creato 16,4 miliardi di euro di benefici economici, sia in modo diretto tramite le proprie operazioni, ma anche attraverso la normale catena di fornitura. Altro aspetto importante, ha dato vita e sostenuto ben 224.300 posti di lavoro. Ultimo degno di nota è il fatto che ha pagato 6,6 miliardi di euro in tasse, soldi che sono stati distribuiti ai vari paesi.

Un altro punto che è stato sottolineato invece da un documento redatto dalla Commissione europea è che Huawei è risultata essere al primo posto per domande di brevetto presentate durante il 2019. Per gli investimenti industriali è invece arrivata al quinto posto.

 

Huawei e l’Europa

Le parole di Liu Kang, principale portavoce delle operazione di Huawei in Europa: “Nel 2019, il contributo diretto di Huawei al PIL europeo è stato di 2,8 miliardi di euro, con un tasso di crescita medio dell’11,4% negli ultimi cinque anni. In questo periodo speciale del 2020, Huawei garantirà la stabilità della rete in Europa. Operare in sicurezza per soddisfare le esigenze delle persone per l’ufficio in linea, l’istruzione in linea, ecc. Huawei si è sviluppata in Europa per 20 anni ed è stata radicata nella promozione dello sviluppo del settore. Affrontando il futuro, lavoreremo ancora con i nostri partner per superare le difficoltà e creare valore.”