conto corrente unicredit

Uno dei beni di maggiore importanza per ogni cittadino è sicuramente il proprio conto corrente bancario, esso infatti, al giorno d’oggi, risulta pressoché indispensabile per svolgere attività economiche di qualunque tipo, dal semplice usarlo come conto deposito fino compiere transazione e richiedere finanziamenti e mutui.

Come se non bastasse, il Governo ha ufficialmente riconosciuto il conto come un ben troppo essenziale per un cittadino, eliminando la possibilità di una chiusura unilaterale da parte della banca, di certo una buona notizia per ogni cliente.

In molti però, come detto prima, usano il conto in banca come conto deposito per mettere da parte i propri risparmi, in modo da proteggerli sia dai classici furti d’appartamento, sia per tenere da parte e accumulare in attesa magari di un avvenimento più importante.

Sconsigliabile tenere i soldi fermi

Tenere i soldi fermi sul conto corrente per troppo tempo però, non è propriamente una buona idea, non tanto perchè si corre il rischio di perderli tutti, più che altro perchè sarebbero esposti a costanti piccole decurtazioni bancarie, vediamo perché.

Innanzitutto lasciare i soldi fermi sul conto li espone alla sottrazione costante di tasse e commissioni, un dettaglio che nell’anno può portare a perdite di ingenti somme di denaro, come se non bastasse, a ciò si aggiunge anche il fattore tasse e Agenzia delle Entrata, la quale ha reclamato il potere di saldare gli insoluti con un prelievo forzoso direttamente nel conto corrente o tramite la deviazione di versamenti e pagamenti in entrata verso il conto dell’Agenzia.

Se quindi avete molto denaro fermo sul conto, fate attenzione, col tempo potrebbe diminuire, magare metteteli su un apposito libretto di risparmio.