Il colosso cinese Huawei starebbe pensando di vendere la propria “sottomarca” di smartphone conosciuta in tutto il mondo con il nome di Honor.

Per la precisione, Ming-Chi Kuo ha vaticinato una cosa che in molti pensavano da tempo: Huawei potrebbe rendere indipendente la sua sussidiaria Honor. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

Huawei vuole rendere indipendente Honor

Se Honor non fosse più parte di Huawei infatti, le sanzioni USA non la riguarderebbero (a meno che non ne vengano introdotte di nuove, ovviamente), ed Honor potrebbe tornare a produrre smartphone Android senza problemi. Honor rappresenta infatti una fetta importante delle vendite di Huawei in Cina, ma all’estero l’azienda sta chiaramente soffrendo molto le restrizioni imposte alla casa madre.

Tutto questo, senza contare che ci sono brand cinesi, ovviamente Xiaomi su tutti, molto arrembanti sia in patria che all’estero, che Honor potrebbe così contrastare in modo più efficace. Al momento sono comunque solo ipotesi, per quanto provenienti da una fonte accreditata. 

Sicuramente nelle prossime settimane vedremo cosa succederà anche perché il business di Honor ormai va al di là dei soli smartphone, come testimoniano anche i portatili MagicBook. A questo proposito, vi ricordo che i dispositivi sono finalmente sbarcati anche in Italia nelle versioni da 14 e 15 pollici ma anche con il top di gamma ”Pro” con un pannello da 16 pollici e un comparto tecnico interessante. Il noto analista del settore, Chi Kuo non ha molti dubbi, anche perché come anticipato precedentemente, l’attuale situazione di Huawei potrebbe non portare vantaggi a Honor. Non ci resta che attendere per scoprire maggiori dettagli.