patrimonialeNelle intenzioni del Governo e delle autorità fiscali la patrimoniale si conferma quale imposta diretta ad intaccare i redditi dei cittadini più virtuosi. Personalità fisiche, giuridiche e singole aziende potrebbero così contribuire a bilanciare il deficit di uno Stato mutato profondamente dopo l’insorgere della pandemia. Gli esperti stimano che il pareggio del PIL (ora in contrazione dal 9 al 12% su base annua) avverrà solo nel 2022.

In luogo di tale notizia molti hanno espresso preoccupazione per l’arrivo della nuova tassa. Tutte le opinioni sono state messe a tacere da un intervento ufficiale che ha chiarito tutto. Nessuno dovrà pagare un solo centesimo dopo la dichiarazione del Ministero dell’Economia nella persona di Laura Castelli. Nel corso di una recente intervista ha contribuito a sgominare l’alone di terrore che stava spingendo molti a spostare i propri soldi all’estero. Ecco cosa è stato detto.

 

Addio Patrimoniale: pericolo scampato, i nostri soldi sono al sicuro

In queste ore, gira con insistenza, nelle varie chat, l’ennesima bufala. Voglio dirlo con forza, non c’è nessuna “Virus Tax”. Abbiamo chiuso un decreto con le risorse deliberate dal Parlamento, che ha autorizzato uno scostamento dei saldi di bilancio di 25 miliardi. Chiunque voglia speculare con false notizie su eventuali tasse, si metta la mano sulla coscienza. Non c’è nulla di più falso.

In un momento particolarmente delicato per il Paese, mi sento di chiedere un aiuto anche al mondo dell’informazione per isolare le fake news. Noi, maggioranza e opposizione, stiamo collaborando, più che mai, per mettere in campo tutte le misure necessarie a fronteggiare gli effetti del coronavirus, sia dal punto di vista sanitario, che da quello economico. Faremo tutto quello che serve per sostenere l’Italia e gli italiani.”

Gli italiani possono tirare un lungo sospiro di sollievo dopo la smentita su quelle che si possono ora classificare come fake news a tutti gli effetti. Non ci sarà alcuna tassa patrimoniale da versare. nel frattempo arriva anche l’annullamento per la tanto temuta Virus Tax discussa in lungo ed in largo nel corso di questi ultimi giorni.