motorola, razr, razr 2, foldable, smartphone pieghevole

I piani di Motorola per il 2020 sono totalmente saltati a causa dell’epidemia causata dal Coronavirus. Il produttore infatti aveva intenzione di lanciare sul mercato il Razr 2, la seconda generazione del proprio smartphone pieghevole.

Purtroppo però questo debutto non è più possibile e Motorola ha rinviato tutto a data da destinarsi. La notizia è stata lanciata da Ross Young, CEO di Display Supply Chain Consultants. L’amministratore ha pubblicato un Tweet dove afferma che la presentazione del Razr 2 è stata rinviata di un trimestre.

Possiamo ipotizzare che Motorola avesse in mente di sollevare il sipario sul device verso la fine dell’anno, in concomitanza con le festività Natalizie. Questo slittamento sposta quindi il debutto dello smartphone pieghevole quasi certamente al 2021.

Motorola rinvia il lancio di Razr 2

Ross Young è un esperto del settore e soprattutto è molto accurato quando pubblica una notizia. Possiamo essere certi che effettivamente quest’anno non vedremo il Motorola Razr 2. Come accennato in apertura, la causa principale è da imputare al Covid-19 e al conseguente lockdown globale.

Tuttavia, questo tempo aggiuntivo permetterà a Motorola di modificare il progetto e risolvere eventuali problemi. Stando a quanto emerso fino ad ora, il Razr 2 sarà caratterizzato dallo stesso form factor a conchiglia, segno distintivo della famiglia. Il display sarà più grande e il SoC sarà, molto probabilmente, il Qualcomm Snapdgraon 765 5G.

Nel frattempo però i competitor non resteranno a guardare. Nel corso del 2020 Samsung dovrebbe lanciare il Galaxy Fold 2. Anche Huawei e Xiaomi si stano attrezzando per la nuova generazione di foldable, come dimostrano le ultime indiscrezioni. Si preannuncia un anno molto ricco dal punto di vista degli smartphone pieghevoli o con display curvi.