scandalo auto Ford RenaultUno scandalo clamoroso è stato segnalato di recente per alcune case costruttrici di motori. Sono famose in tutto il mondo e di fatto alzano l’asticella dell’attenzione per tutti coloro che sono entrati in possesso di auto con marchio Renault, Ford, Honda e Toyota. Una lunga lista di auto riporta una serie di difetti per i quali non sono da ritenersi responsabili gli automobilisti. Alcuni costruttori hanno ammesso le loro colpe disponendo il richiamo in concessionaria con manutenzione gratuita. In altri casi è andata male con i problemi che restano a carico del cliente. Ecco cosa è successo.

 

Scandalo motori: tanti problemi per le nuove auto difettose

Per 400000 auto Renault si conferma una avaria del motore per una perdita di olio che causa il blocco della meccanica dei veicoli. Numerosi automobilisti hanno chiesto spiegazioni ottenendo il veto al richiamo degli autoveicoli difettati. La casa madre ha detto NO alla manutenzione giustificando i problemi con la negligenza degli automobilisti.

Diverso, invece, il caso Ford per il quale si parla di avaria dei sensori che male interpretano la lettura dei dati della batteria. Una potenziale fuoriuscita di acido potrebbe causare un incendio ma la casa madre americana ha riconosciuto il bug ed è disposta a risolvere la problematica. Situazione identica per le giapponesi Honda e Toyota per le quali i problemi si riconducono ad un malfunzionamento airbag che ne causa il blocco o la rottura causa difetti di progettazione dei contenitori ed interferenze elettriche.

In sostanza sono questi i veicoli cui bisogna prestare attenzione.

Renault (motore 1.2 TCe 115, 120 e 130 ch)

  • Captur
  • Clio 4
  • Kadjar
  • Kangoo 2
  • Mégane 3
  • Scénic 3
  • Grand Scénic 3

Dacia (motore 1.2 TCe 115 e125 ch)

  • Duster
  • Dokker
  • Lodgy

Mercedes (motore 1.2 115 ch)

  • Citan

Nissan (motore 1.2 DIG-T 115 ch)

  • Juke
  • Qashqai 2
  • Pulsar

Toyota

  • Corolla immatricolate nel periodo compreso tra il 2011 e il 2019
  • Matrix immatricolate tra il 2011 e il 2013
  • Avalon, ibride e non, immatricolate tra il 2012 e il 2018

Honda

  • Accord immatricolate tra il 1998 ed il 2000
  • Civic immatricolate tra il 1996 ed il 2000
  • CR-V immatricolate tra il 1997 ed il 2001
  • Odyssey immatricolate tra il 1998 ed il 2001
  • EV Plus immatricolate tra il 1997 ed il 1998.