jeff-bezos-amazon-trilionario

Che Jeff Bezos, il fondatore di Amazon, sarebbe diventato trilionario già lo si sospettava da diversi anni, ma il successo dell’ultimo periodo della più grande piattaforma di e-commerce al mondo sembra aver accelerato il processo. Prima si prevedeva che avrebbe raggiunto questo traguardo, che in italiano sarebbe più giusto definire come biliardo, entro il 2042, ma adesso si stima che potrebbe riuscirci entro il 2026.

Negli ultimi quattro anni il patrimonio netto del fondatore è cresciuto del 34% raggiungendo i 143 miliardi dollari; non si tratta ovviamente di denaro che ha disposizione, ma molto del valore è legato alle azioni di Amazon stessa. Nel 2015 il valore era di 63 miliardi quindi è più che raddoppiato.

 

Jeff Bezos, fondatore di Amazon e uomo più ricco al mondo

La stima è stata fatta da una società chiamata Comparisun, ma alcuni sono scettici in merito a questa possibilità. La previsione sembra basarsi molto sul successo di questa prima parte dell’anno. Mentre la maggior parte delle compagnie sta perdendo valore a causa della pandemia di coronavirus, il valore di Amazon è salito del 25%. Successo ovvio visto che non potendo uscire, in molti si sono affidati al servizio tanto che non spesso e volentieri non è riuscito a mantenere gli ordini con le solite tempistiche.

Il valore delle azioni attuali della società, 2.377 dollari, è ben lontana dal valore che servirebbe a Jeff Bezos per raggiungere questo record, ovvero 12.600 dollari ad azione. Detto questo, il traguardo è virtualmente sempre più vicino e meno che il successo di Amazon scenda, cosa al momento difficile, l’uomo diventerà trilionario prima o poi.