tracciamento-smartphone-google-maps

Il Coronavirus (Orthocoronavirinae) è un virus diventato ormai pandemico che colpisce tutti gli esseri umani ma in particolar modo gli anziani e gli immunodepressi. Si presenta sottoforma di raffreddore, bronchite, congiuntivite, febbre e polmonite. Esso si è diffuso con una velocità dapprima inaspettata per via di coloro che non sono stati ligi alle regole. Pertanto ad oggi, con il trascorrere dei giorni, stanno nascendo sempre più iniziative per soffocare quanto prima il virus pandemico. Nonostante il numero di contagi stia leggermente diminuendo, questo è il momento giusto per stringere i denti ancora più forte. Proprio per tale ragione, a seguito delle varie polemiche riguardanti il tracciamento degli smartphone (considerato come una deviazione alla privacy) finalmente il meccanismo utilizzato dapprima in Corea è giunto anche in Italia. 

Smartphone: Google Maps vuole aiutare il Governo a fare dei calcoli vaghi

Google Maps è diventato uno di questi. Esso intende fornire al governo un’istantanea che porga gli occhi sulla variazione degli spostamenti attraverso i dati estratti da utenti in tutto il mondo. Lo stesso afferma di voler aiutare a “comprendere i cambiamenti nei viaggi essenziali, che possono dare forma alle raccomandazioni sull’orario di lavoro o ad informare sulle offerte di servizi di consegna. Allo stesso modo, le visite alle stazioni di trasporto potrebbero indicare la necessità di aggiungere ulteriori autobus o treni al fine di consentire alle persone che hanno bisogno di viaggiare, di mantenere un minimo di distanziamento sociale”, aggiunge. “In definitiva, capire non solo se le persone viaggiano, ma anche le tendenze nelle destinazioni. Questo può aiutare i funzionari a progettare una guida per proteggere la salute pubblica e le esigenze essenziali delle comunità.”