Canone raiDa alcuni mesi sono in costante aumento le truffe online che ogni giorno colpiscono centinaia e centinaia di Italiani. Dopo aver colpito i clienti dei principali istituti bancari nazionali e degli operatori telefonici come Tim, Wind, Tre e Vodafone, ad oggi Hacker e Cyber criminali hanno deciso di puntare un altro target. Negli ultimi giorni, infatti, centinaia di migliaia di consumatori italiani hanno ricevuto delle finte e-mail relative ad un ipotetico rimborso del Canone Rai. Ad essere maggiormente colpite sono quindi le persone recentemente hanno criticato sui propri profili social la tassa imposta dall’emittente televisiva. Scopriamo quindi di seguito come difenderci.

Canone Rai: ecco come difendersi dalla truffa del rimborso

Secondo una recente stima sono oltre 10.000 gli italiani che, nel corso delle ultime ore, hanno ricevuto decine di e-mail provenienti dall’Agenzia delle Entrate. Come accennato  precedentemente, quindi, queste ultime citano un ipotetico rimborso del canone Rai e, di fatto, riportano allora interno il seguente testo:

“Gentile contribuente, con la presente desideriamo informarla che le è stato riconosciuto il diritto parziale al rimborso del canone Rai, per un ammontare di xx,xx euro. A causa di un errore nel calcolo automatico, Lei ha versato una cifra in eccesso rispetto al dovuto e ha quindi diritto al rimborso della somma. Una volta inviata la richiesta l’importo accreditato sarà visualizzato sul suo estratto conto secondo i tempi previsti dalla sua banca.”

Se anche voi rientrate e fra gli utenti che hanno ricevuto una mail del genere sappiate che si tratta di una vera e propria truffa. Nel caso di segnalazioni analoghe, infatti, l’Agenzia delle Entrate avvisa i cittadini Italiani attraverso la posta ordinaria. Inoltre recentemente abbiamo ampiamente mostrato il motivo per cui l’emittente televisiva Rai difficilmente abolirà nei prossimi mesi la sua tassa. Per questo motivo, quindi, l’ipotesi di ricevere un rimborso dell’imposta risulta essere molto remota.