Internet ha assunto ormai un ruolo di primaria importanza nella vita di tutti noi, infatti adesso tutte le attività quotidiane passano attraverso una rete internet.

Col passare degli anni ovviamente, la velocità delle connessioni è stato argomento centrale delle ricerche dei vari ingegneri, che grazie all’avanzamento tecnologico, sono riusciti a fornire bande sempre più veloci, passando da una comune ADSL a 21 megabit/s alla fibra ottica in grado di raggiungere 1 gigabit/s.

Il progresso non si arresta mai

A quanto pare però la fibra ottica non è uno step su cui arrestarsi, bensì un punto di partenza, infatti gli ingegneri si stanno adoperando per riuscire a sfruttare la tecnologia laser per la trasmissione dati.

Una nuova ricerca ha evidenziato come sia possibile utilizzare laser a cascata quantica, con un’emissione elettromagnetica nel range tra il medio e il lontano infrarosso, con una frequenza intorno al terahertz ad alta lunghezza d’onda.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Nature Communications, e afferma che grazie a questa nuova tecnologia si potranno raggiungere velocità mai viste prima.

Di norma queste onde elettromagnetiche sono adoperate per lo studio delle sostanze chimiche, però i ricercatori hanno notato che modularle, rende possibile la trasmissione di dati a breve distanza a velocità di circa 100Gb/s, possibilità che risulterebbe certamente molto utile nelle zone che necessitano una trasmissione dati rapida e immediata.

Ironia della sorte vuole, che proprio il modulatore che rende possibile la trasmissione dei dati sia anche il limite di questa tecnologia, dal momento che la velocità di modulazione limita la velocità di trasmissione.

I ricercatori infatti si stanno concentrando proprio sulla tecnologia di modulazione, investendo energie e risorse su un tipo di modulazione non elettrico bensì basato sulle onde sonore.

La ricerca è senza ombra di dubbio avvincente, non rimane che attendere, magari il laser sarà il successore della fibra ottica.