I prossimi telefoni punti di diamante dell’azienda di Cupertino molto probabilmente saranno equipaggiati con un nuovo chip, caratterizzato dal recente processo produttivo a 5nm, premessa davvero niente male niente male.

Sul lato design probabilmente vedremo un ibrido tra Iphone 4 e Ipad Pro, equipaggiato di un comparto fotografico, simile a quello dei precedenti con aggiunto però, un sensore ToF per la profondità.

La scheda tecnica invece sarà caratterizzata dal supporto al 5G (sia sub-6ghz che mmWave), 6gb di RAM ed appunto il nuovo processore A14, cuore pulsante del futuro smartphone.

Un processore dalle prestazioni eccelse

Il nuovo processore di casa Apple, sarà prodotto con un nuovo processo produttivo, quello a 5 nanometri, il che vuol dire un ulteriore miniaturizzazione dei transistor al suo interno, ma cosa comporterà tutto ciò a livello di potenza di calcolo pura ?

Secondo le stime, questo piccolo dettaglio, porterebbe Iphone 12 ad essere potente come un MacBook Pro, dal momento che il passaggio da 7nm a 5nm, garantirebbe la possibilità di installare ben 15 miliardi di transistor.

Una cifra davvero incredibile, poichè è paragonabile a quella dei processori di fascia alta presenti nei PC, forse eccessiva, ecco perchè Apple avrebbe intenzione di ridurre il numero a 12,5 miliardi, più che adeguati, in modo tale da ridurre le dimensioni del chip (85 mm quadrati) ed anche i consumi.

Questo consentirebbe ad Apple di ottenere grandi soddisfazioni dal proprio chip, soprattutto nel campo dell’elaborazione multi-core, che su Geekbench arriverebbe a segnare più o meno 5000 punti, valore raggiunto da processori desktop a 6 core o da laptop di fascia alta come appunto MacBook Pro.