I tatuaggi sono ormai diventati un accessorio quasi imprescindibile per moltissime persone. Per alcuni di noi tatuarsi rappresenta un momento unico della vita, in cui scegliamo di imprimere sulla nostra pelle un’immagine, una frase, un simbolo di qualcosa che vogliamo portare per sempre con noi, magari il ricordo di una persona o un momento speciale che abbiamo vissuto e che siamo certi di voler imprimere.

Per altri invece, il tatuaggio in sé rappresenta una passione autentica aldilà del suo significato e ci sono persone che amano così tanto tatuarsi da arrivare a riempire il proprio intero corpo. Ma in occasione del CES 2020, una startup coreana di nome Prinker ha presentato un prodotto che potrebbe cambiare il modo che abbiamo di concepire i tatuaggi.

Cos’è Prinker e come funziona

Si tratta di un innovativo modello di stampante portatile che porta lo stesso nome dell’azienda che lo ha prodotto: Prinker S. Questo dispositivo è in grado di stampare sulla pelle dei tatuaggi temporanei di una lunghezza massima di un metro e una larghezza pari a 2,2 cm. Può stampare in inchiostro cosmetico sia in nero che a colori (magenta, giallo e ciano, esattamente come le vere stampanti) e i disegni dei tatuaggi da imprimere possono essere selezionati attraverso un’app apposita scaricabile su smartphone, da cui l’impulso di stampa arriva direttamente alla stampante. A quanto pare per stampare un disegno lungo tutto il braccio sono sufficienti tre secondi!

Si chiamano tatuaggi temporanei perché la durata di ciascuno non supera i 3 giorni e, qualora ci si stancasse prima, è possibile lavare via il tatuaggio semplicemente con un po’ di sapone. Esiste anche uno spray fissante da applicare sulla pelle prima di stampare, per evitare che l’inchiostro macchi i vestiti e perché si mantenga un po’ più a lungo.

È chiaro che al momento questa novità sia anche molto costosa: la stampante è infatti in vendita sul mercato Europeo a circa 300 euro per il dispositivo, un centinaio di euro per l’inchiostro nero e circa 130 euro per la ricarica a colori. Probabilmente al momento è molto più economico il metodo tradizionale di tatuarsi, ma senza dubbio gli indecisi che temono i tatuaggi nel timore di stancarsi dopo poco apprezzeranno questa alternativa al tatuaggio indelebile.