samsungSecondo le ultime dichiarazioni di Statesman, Samsung sta apportando delle modifiche in una delle sue strutture di ricerca e sviluppo di Austin, licenziando 290 dipendenti. Ciò conferma che l’azienda sta ridimensionando il ramo riguardante la progettazione della CPU, responsabile dei chipset della serie Exynos.

Fino a poco tempo fa, i chipset Exynos di fascia alta di Samsung si sono contraddistinti per il design personalizzato con licenza ARM. Come alcuni chip di Qualcomm e Apple, Samsung ha deciso di creare i propri core “personalizzati” e ottimizzati aumentando apparentemente le prestazioni / personalizzando i loro usi, piuttosto che attenersi prettamente ai progetti come nel caso di Huawei e MediaTek.

Samsung Exynos: i nuovi chipset messi in dubbio a causa di alcuni licenziamenti del personale

Inoltre, si noti che Samsung ha recentemente concesso in licenza alcune tecnologie grafiche AMD per migliorare le prestazioni della GPU nei futuri chipset. Non abbiamo la conferma esplicita che tutti i dipendenti licenziati fossero specificamente legati alla progettazione del chipset. Inoltre, non sappiamo quali responsabilità specifiche potesse avere il centro di ricerca di Austin. Con così pochi dettagli noti, la notizia della chiusura e dei licenziamenti solleva onestamente più domande.

Samsung ha fornito la seguente dichiarazione: “Sulla base di una valutazione approfondita del nostro business System LSI e della necessità di rimanere competitivi nel mercato globale, Samsung ha deciso di trasferire parte dei nostri team di ricerca e sviluppo con sede negli Stati Uniti ad Austin e San Jose. Oltre 20.000 dipendenti con sede negli Stati Uniti focalizzati su progettazione, ricerca e sviluppo, investimenti e produzione per le tecnologie di prossima generazione all’avanguardia. Samsung rimane impegnata a supportare e far crescere la forza lavoro americana che è parte integrante del successo dell’azienda.”