La NASA ha gli occhi sulla luna e ha recentemente svelato un nuovo concetto di lander lunare che potrebbe essere utilizzato per future missioni.

L’esplorazione della luna richiede veicoli, inclusi lander e rover, in grado di controllare l’ambiente lunare. La NASA ha condotto una serie di studi per analizzare le tecnologie necessarie per raggiungere la luna e raccogliere dati importanti su di essa.

 

NASA: la creazione di un nuovo concetto di lander lunare

In uno degli studi, la NASA ha creato un concetto per un lander robot di medie dimensioni che avrebbe portato un rover nelle regioni polari della luna. I suoi requisiti di progettazione e di sistema si concentrano su un grande veicolo di atterraggio lunare con carico utile che mantiene l’accuratezza del sito di atterraggio e massimizza la massa erogata sulla superficie della luna.

Questo lander è stato progettato pensando alla semplicità per fornire un rover da 300 chilogrammi a un palo lunare. Abbiamo utilizzato sistemi a stringa singola, meccanismi minimi e tecnologia esistente per ridurre la complessità, sebbene siano stati pianificati progressi nell’atterraggio di precisione per evitare pericoli e favorire le operazioni del rover“, ha affermato Logan Kennedy, ingegnere capo dei sistemi del progetto presso il Marshall Space Flight Center della NASA a Huntsville, Alabama. “Manteniamo vivo il rover attraverso il transito e l’atterraggio in modo che possa fare il suo lavoro“.

Il concetto di lander lunare è dettagliato in un documento tecnico, che è disponibile per la lettura sul NASA Technical Reports Server. Molti centri di campo della NASA hanno contribuito alla ricerca sul concetto di lander lunare, che potrebbe anche essere utile per i partner commerciali interessati a sbarcare gli umani sulla luna.